Istituto di Istruzione Superiore

Montagnana (PD)

Il nostro istituto

L'Istituto Scolastico Superiore Jacopo da Montagnana nasce nel 1999 dall’unione di cinque diverse scuole:

  • l’Istituto Tecnico Commerciale, istituito il 1° ottobre 1974 come Sezione staccata dell’I.T.C.G.S. “J. F. Kennedy” di Monselice;
  • il Liceo Scientifico, nato nell’a.s. 1992/93 come sezione staccata del Liceo scientifico “G. Ferrari” di Este;
  • l’Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione, nato nel 1987 come sede coordinata dell'Istituto Alberghiero “Pietro d’Abano”;
  • l’Istituto Professionale Statale Agro-Ambientale, nato negli anni ’50 come scuola di avviamento al lavoro nei settori dell’agricoltura e della meccanica. Nel 1973 al corso professionale di “Meccanica agraria” (biennale) viene affiancato il corso quinquennale di “Agrotecnico” con diploma di maturità. La scuola è intitolata al Conte Vettor Giusti del Giardino e conserva la sua autonomia fino all’anno scolastico 1989/90, anno in cui diventa sede coordinata del “San Benedetto da Norcia” di Padova;
  • l’Istituto Tecnico Industriale, la cui sede a Montagnana viene istituita all’inizio dell’anno scolastico 1964-1965, alle dipendenze dell’I.T.I. “G. Marconi” di Padova.

Nel tempo i corsi agrari e tecnici si sono esauriti ma l’Istituto ha sviluppato: l’indirizzo liceale con l’articolazione “Scienze applicate” e l’indirizzo alberghiero con l’opzione “Prodotti dolciari artigianali e industriali”.

Ai sensi della C.M. n.313 del 12/11/80, con il D.P del 23 agosto 2000, l’Istituto prende il nome di Istituto di Istruzione Superiore "Jacopo da Montagnana".

Obiettivi e mission

L’offerta formativa dell’Istituto trova nei seguenti principi i valori comuni da condividere e da diffondere:

  • uguaglianza: il servizio scolastico deve favorire il pieno e armonico sviluppo della persona umana, nel rispetto della coscienza morale e civile degli alunni. Nessuna discriminazione può essere compiuta per motivi riguardanti le condizioni socio- economiche, psicofisiche, di lingua, sesso, etnia, religione, opinioni politiche;
  • partecipazione e aggregazione: tutte le componenti della scuola sono chiamate alla partecipazione attiva e democratica alla vita dell’Istituto attraverso gli Organi Collegiali, di progetti e attività orientati a valorizzare i rapporti relazionali, socio-culturali degli alunni. Particolare attenzione è posta alla creazione di rapporti umani e di crescita culturale fra gli studenti, i docenti e le famiglie;
  • legalità e trasparenza: le scelte e gli atti dell’Istituto sono improntati a criteri di equità, obiettività e di chiarezza nell’informazione;
  • promozione della persona: la persona è concepita nel rispetto e nella valorizzazione nei suoi aspetti psico-fisici, socio-affettivi, culturali e professionali.

Risorse a disposizione

Risorse tecnico-strutturali

Le sedi degli istituti che compongono l’I.I.S.”Jacopo da Montagnana” dispongono delle seguenti strutture:

  • biblioteca sede centrale
  • palestra
  • campi sportivi all’aperto (calcio, pallavolo e atletica)
  • rete wireless nelle due sedi
  • due laboratori di informatica con collegamenti via cavo alla rete internet
  • laboratorio di fisica
  • laboratorio di scienze e chimica
  • laboratorio di servizi enogastronomici: settore cucina
  • laboratorio di servizi enogastronomici: settore sala e vendita
  • laboratorio di servizi di accoglienza turistica
  • aula robotica
  • in entrambe le sedi tutte le aule sono dotate di LIM

Risorse economiche

La scuola, per garantire il mantenimento e il rinnovamento delle strutture didatticoeducative, promuove, nel pieno rispetto della normativa vigente, le diverse iniziative tendenti a reperire risorse economiche. Il contributo volontario versato dalle famiglie, all’atto dell’iscrizione, comunque sostenibile, viene utilizzato per l’arricchimento culturale e formativo degli alunni.

Risorse umane

Il fattore umano è costituito dal Dirigente Scolastico, dai docenti, dal personale non docente, dai genitori e dagli alunni; fondamentale è la coscienza e la consapevolezza che tutti sono necessari al raggiungimento del successo formativo di ogni ragazzo e ogni ragazza.

La professionalità di tutti coloro che operano nella scuola è fondamentale perché sia garantito ad ogni alunno la possibilità di raggiungere il successo formativo. Il Dirigente Scolastico opera quindi il coordinamento di tutte le risorse in un’ottica di leadership educativa.

Il docente agisce come educatore, con la consapevolezza della necessità del continuo aggiornamento didattico e pedagogico. Il personale non-docente affronta con impegno le proprie mansioni, con responsabilità e spirito di collaborazione.

I genitori si impegnano a seguire costantemente le attività scolastiche per essere debitamente informati ai fini di una migliore partecipazione e di una più completa formazione dei giovani in piena armonia con le altre componenti.

Gli alunni imparano a sviluppare la coscienza che la scuola è un servizio erogato su loro richiesta: di qui la necessità sia di assumere la consapevolezza che la scuola sta svolgendo una attività finalizzata all’accrescimento della loro conoscenza ed al raggiungimento di una maturità, sia di rispettare le strategie educativo-disciplinari.